fbpx
Carissime, carissimi,
altre due settimane “indoor” non ce le toglie nessuno. Poi si vedrà.

Quando questa storia, che non voglio definire con nessun aggettivo, è iniziata, in cuor mio ho pensato che sarebbe saltata si, la Gravel di Primavera, ma che, forse, i corsi MTB bambini e ragazzi o la Social Ride del 4 aprile….

Poi lentamente si rallenta, si elabora, il tempo sembra dilatarsi e congelarsi in una diversa dimensione. Le giornate casalinghe, placidamente trascorrono.
Tra smart working (dal sottoscritto e molti altri, praticato da anni), puzzle, rulli, yoga, libri, film, telefonate collettive (call per essere più trendy) o tradizionali chiacchierate telefoniche come forse non si facevano da tempo, video e varie dabbenaggini che girano sui social…il tempo passa.

Si riscoprono cose, si fa ordine sulla scrivania (e nei pensieri, per quanto consentito), si torna ad essere più padroni delle proprie giornate e del proprio tempo.

Alle pedalate perse, si è aggiunta da poco la seconda uscita di allenamento per la Chase the Sun, prevista per il 28 marzo e si aggiungerà la Social Ride Turbo-Zanazzi, quella per Baiskeli-Pomerini-Tanzania, prevista per il 4 aprile.
Potrà forse la Chase the Sun, essere la nostra rinascita ciclistica? per ora non possiamo dirlo.

Ritroveremo le nostre pedalate e ci ritroveremo sulle Strade Zitte, non appena sarà possibile. Magari un po’ più lenti perché, nonostante i rulli, saremo tutti un po’ intorpiditi da questa primavera iniziata in modo davvero balordo.

Non vi suggeriamo programmi di allenamento dedicati, confrontandomi anche con AnnaMTB, la maestra che gestisce sia i corsi bambini che gli allenamenti “più intensi”, ci siamo detti che esiste già molto on-line tra fitness, yoga, potenziamento, mantenimento, esercizi fisio-terapici etc.etc.

Quindi il nostro suggerimento è godiamoci questo spazio sospeso, pensiamo a come dovremo e potremo reagire nei prossimi 6-8-12-18 mesi per recuperare la nostra forma psico-fisica e non solo. Ma soprattutto a cosa dovremo e potremo fare di essenziale, per vivere davvero meglio.
Tutti. Insieme. Sostituendo arroganza e superficialità con competenza, rispetto lealtà, responsabilità.

Se qualcuno volesse consigli pratici per rulli o altri esercizi domestici, siamo qui, scriveteci.

Intanto vi lasciamo alla lettura (meditativa) del Codice (Turbo)etico.

#iorestoacasa (ancora per un po’)

 

Share This