fbpx

E alla fine “quelli del Vigorelli” ci sono riusciti. Tutti i giovedì il Velodromo storico di Milano sarà aperto 2 ore, dalle 17 alle 19, per gli amatori che vogliono cimentarsi sulla pista magica e per i giovani/giovanissimi che in pista cercano il migliore degli allenamenti possibili.

Bravi, bravissimi. I ragazzi del CVV – Comitato Velodromo Vigorelli hanno tenuto duro con le loro aperture “occasionali e saltuarie” ed ora possono offrire agli appassionati milanesi un appuntamento fisso.

I giovedì del Vigorelli

Forse per molti sarà poca cosa, per altri addirittura una cosa del tutto inutile (sicuramente quelli che ne avrebbero voluto l’abbattimento, come nella migliore delle tradizioni italiane), per pochi ma buoni è invece un passo importante. Il ciclismo si riappropria di una delle sue case.

Nella logica della rigenerazione dei luoghi urbani e del mantenimento di ciò che ha fatto storia e contribuito alla crescita e allo svago delle generazioni che ci hanno preceduto, la nostra generazione ha il dovere di trasmettere a quelle future anche quei patrimoni che non vanno vissuti solo come rendite da sfruttare, dimenticandoli o peggio buttandoli poi via, quando producono meno rendita.

Alcune indicazioni utili sulle aperture:

in primo luogo il nuovo orario fisso del giovedì dalle 17.00 alle 19.00 che si aggiunge al calendario di aperture del Velodromo Vigorelli:

  • Giovedì 24 settembre dalle 17.00 alle 19.00
  • Giovedì 1 ottobre dalle 17.00 alle 19.00
  • Giovedì 8 ottobre dalle 17.00 alle 19.00
  • Giovedì 15 ottobre dalle 17.00 alle 19.00
  • Giovedì 22 ottobre dalle 17.00 alle 19.00
  • Giovedì 29 ottobre dalle 17.00 alle 19.00
  • Giovedì 5 novembre dalle 17.00 alle 19.00
  • Giovedì 12 novembre dalle 17.00 alle 19.00
  • Giovedì 19 novembre dalle 17.00 alle 19.00
  • Giovedì 26 novembre dalle 17.00 alle 19.00

NON SI ENTRA PIU’ DA VIA ARONA, MA DA VIA SAVONAROLA.

Queste le regole per il rispetto dei decreti governativi e delle linee guida di Federciclismo:

  • ingressi contingentati, misurazione temperatura corporea all’ingresso, autodichiarazione di buona salute, distanziamento interpersonale a partire dalla fila di ingresso;
  • obbligo di DPI (mascherina, guanti, occhiali protettivi, ecc.) per tutti;
  • suddivisione in tre zone con relativi occupanti: bianca (atleti, tecnici, accompagnatori, personale), zona gialla (atleti ed eventuali tecnici accompagnatori), zona verde (tecnici ed atleti, questi ultimi unici autorizzati a non indossare la mascherina e solo in questa zona);
  • igienizzazione di mani e attrezzature attraverso appositi prodottii igienizzanti;
  • distanziamento in pista linearmente pari a 20 metri dal ciclista che precede e 2 metri lateralmente da quello sorpassato.

Richiesta, o meglio obbligatoria, la PRE ISCRIZIONE

PER L’INGRESSO E’ NECESSARIA LA PRE-ISCRIZIONE onde evitare che il contingentamento degli ingressi impedisca di trovare posto.

Gli organizzatori invitano tutti a rispettare la prenotazione effettuata, vale a dire non fate la pre-iscrizione se non siete sicuri di usufruirne, onde evitare di occupare inutilmente il posto causando la rinuncia di qualcun altro. Per formalizzare la vostra richiesta dovete inviare una mail a pedala@vigorelli.eu

In caso di pre-iscrizione e successiva rinuncia per ragionevoli motivi, siete invitati a darne tempestiva comunicazione ai gestori delle aperture in modo che la lista di attesa possa scalare.

Assieme alla conferma di iscrizione si riceverà regolamento completo, il manuale di fruizione degli spazi, il protocollo di sicurezza da rispettare e i vari moduli da presentare compilati all’ingresso.

Come ogni volta sarà attivo un servizio di noleggio di bici da pista. Per motivi di copertura assicurativa la partecipazione è sempre riservata ai ciclisti in possesso di tesseramento.

Una ultima considerazione amichevolmente critica: ma quando rifarete il sito? il Vigo merita di più.

Leggi anche, di Marco Pastonesi Gli 80 del Velodromo Vigorelli 

 

 

Share This