Ritmo. E’ importante. In tutto. Non tanto per pedalare, quanto per vivere. Passione, curiosità, emozioni e sensazioni definiscono la qualità della nostra vita. Ritmo, regolarità, potenza e agilità, definiscono la qualità della nostra pedalata.

Il punto di equilibrio della nostra pedalata è, come la felicità, dentro di noi. E non altrove. Non stressiamoci inseguendo la velocità o i sogni degli altri, cerchiamo il nostro giusto ritmo e il nostro stile. Quando pedaliamo, lavoriamo, amiamo, soffriamo, in una sola parola viviamo, siamo sempre noi stessi.

Non cerchiamo altrove il nostro stile di vita (e di pedalata). Non viviamo i sogni degli altri, non accontentiamoci delle opinioni altrui. Come diceva Oscar Wilde, sviluppiamo le nostre opinioni.

A cosa pensate pedalando?

Buoni pensieri aiutano il ritmo della pedalata. La regolare fluidità del gesto atletico rende fluidi e positivi i pensieri. E il tempo per pensare, meditare, sognare, in bicicletta non manca. A cosa pensate quando pedalate? apprezzate la strada su cui state pedalando? o una strada vale un’altra, l’importante è solo macinare chilometri?

Speriamo non sia così. Anche le strade e i luoghi hanno valore, gerarchia, stile e qualità. Un parcheggio è un parcheggio, un paesaggio toscano è un paesaggio toscano. Il paesaggio e l’ambiente che ci circondano quando pedaliamo, aiutano a sentire meno la fatica e sviluppare buoni pensieri. In questo le Strade Zitte aiutano.

Nate attorno a Milano, piano piano sono cresciute un po’ in tutta Italia.

Il paesaggio rurale alle porte di MIlano, con il ritmo delle sue acque e la piatta piacevolezza delle sue piccole strade di campagna, può offrire un senso di appartenenza e piacere a chi “ci pedala dentro”. Con la cognizione e la volontà di restare fuori dal traffico arrogante e fracassone di statali, provinciale e affini.

Ritmo su strada zitta superlativa

Forse una delle migliori Strade Zitte che abbiamo disegnato recentemente è quella della Chase the Sun, la più romantica sfida ciclistica su lunga distanza. Da costa a costa, da est a ovest, dall’alba al tramonto. Inseguendo il sole, nel giorno più lungo dell’anno.

Nulla, in questa sfida, conta più del ritmo regolare, agile e fluido della vostra pedalata. It’s a ride, not a race! non dovete correre dietro a nessuno, avete 16 ore di luce per questa meravigliosa Coast to Coast. E chi arriva in meno di 13 ore paga da bere a tutti. E’ una delle regole di partecipazione a questa specialissima “non gara” all’inseguimento del sole.

Regolarità, agilità e fluidità di pedalata sono il segreto per affrontare nel migliore dei modi la vostra Chase the Sun. Non la velocità. Ne forte, ne piano, ma lontano dicono i randonneur. E’ un buon approccio, forse il più saggio, alla lunga distanza.

Sabato 20 giugno 2020, mettetevi alla prova da costa a costa in un solo giorno. Il giorno più lungo dell’anno.

Tra velocità e lentezza, sport e divertimento cerca il tuo ritmo, la tua giusta velocità di crociera. Trova la tua strada zitta e va dove ti porta il fiato.

BUONE PEDALATE

Share This