fbpx

I sogni di rinascita di Paola Brazioli

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d’un sogno è racchiusa la nostra beve vita”. La citazione è di quelle importanti, di William Shakespeare.

Così, Paola Brazioli, una dei nostri influencer ci ha raccontato il suo sogno di rinascita. Ovviamente in bicicletta.

Perché sognare aiuta a cercare la luce in fondo a questo brutto periodo. Aspettiamo anche i vostri di sogni, li pubblicheremo per sognarli insieme. Intanto, ecco cosa ci racconta Paola.

Sogno (di rinascita) in bicicletta

I sogni ci accompagnano lungo tutta la vita, a volte diventano obiettivi, altre volte rimangono un modo di evadere dalla realtà. Sempre comunque desideri che esprimono la nostra natura più intima.

Questo periodo di emergenza ci ha catapultati in una dimensione diversa, inaspettata. Facile immaginare che anche i nostri sogni abbiano subìto una direzione particolare.

Seppur in modo diverso, abbiamo tutti ora un sogno di rinascita. Il mio viaggia su due ruote e ha la forma di una bicicletta, ma in ultima analisi va oltre, e riguarda più in generale la nostra qualità di vita

Sogno un paese più ciclabile, un paese in cui sulle strade c’è spazio per tutti, auto e bici insieme, come già succede in alcuni paesi del Nord Europa.

Piste ciclabili nelle città, ma anche vere e proprie corsie ciclabili che affiancano le strade ad alta percorrenza, tra una località e l’altra. L’emergenza in corso e la necessità di un distanziamento sociale, che con tutta probabilità segnerà il prossimo futuro, sembrano giocare un ruolo importante a favore di una mobilità a due ruote.

Nei miei viaggi all’estero (mi riferisco in particolare a Belgio, Germania e Paesi Bassi) ho potuto apprezzare il rispetto per i “ciclisti”, favorito anche dagli spazi a loro dedicati.

Pur consapevole che il nostro è un territorio forse “più difficile” da questo punto di vista, il mio desiderio è comunque che si vada verso una maggiore ciclabilità delle nostre strade e una migliore convivenza tra utenti della strada.

Sogno un Paese sempre più attento alla valorizzazione del territorio, che è tra i più belli al mondo. Storia, natura, arte, paesaggio, grandi capacità imprenditoriali e creatività da vendere sono i nostri punti di forza.

Anche in questo caso la bicicletta giocherà un ruolo fondamentale, grazie a vacanze slow, alla scoperta di borghi e percorsi inediti. Il ritmo di un viaggio a due ruote è perfetto per godere delle bellezze che ci circondano. La velocità è quella giusta per vivere le emozioni della scoperta.

Il sogno di rinascita in generale è per uno stile di vita più rilassato. Pur desiderando come tutti che l’emergenza Coronavirus finisca, insieme ai numerosi problemi che si porta dietro dal punto di vista sanitario ed economico, spero rimanga un po’ di “andamento lento” oltre alla capacità di emozionarsi di fronte alle piccole cose.

Abituata a vivere a tutta, in questo periodo ho riscoperto la casa, la famiglia, il tempo “libero”, la possibilità di approfondire qualche interesse lasciato un po’ indietro. Potrei dire che ho riscoperto un ritmo di vita “a pedali”: ne troppo lento, ne troppo veloce.

Il sogno però è quello di poter vivere in questo modo liberamente e non perché costretti da un’emergenza. Liberi di pedalare.

Chi è Paola Brazioli?

Appassionata di sport e ciclismo, mi piace il digital marketing oltre alla bicicletta. Il mio motto è “la vita è un viaggio da fare, se possibile, pedalando”. Ho un blog bikehabits.com e mi occupo di comunicazione. Su Instagram mi definisco una “pedalatrice compulsiva”. Quando non pedalo, scrivo… di bici.

 

Share This