fbpx

Grand Tour Lombardia / 7 Bormio-Mortirolo-Morbegno

Bormio / impegnativo / 125 km / 1.450D+

B

DESCRIZIONE

Grand Tour della Lombardia 7

Il trittico Alpino si chiude con il Mortirolo. Da Bormio in direzione Sud fino a Mazzo è tutta discesa, poi è fatica allo stato purissimo con strappi anche al 18%.

read more

Ne vale la pena, anche per il bel mezzacosta verso Trivigno e l’Aprica. Discesa, con qualche risalita, verso San Giacomo dove si ritorna sulla ciclabile “Sentiero Valtellina”. Fino a Morbegno.

Lungo il fondovalle, da Tirano in giù ci sono varie stazioni per chi desidera spezzare in differenti periodi e tratti il Grand Tour. Si può prendere il treno da Tirano a Lecco e da li rientrare in bici lungo l’Adda e la Martesana. Interessante anche l’opzione offerta dalla navigazione del lago tra Colico e Bellagio o anche fino a Lecco.

Una raccomandazione doverosa è quella di non seguire il lungo lago per l’ingresso a Lecco, purtroppo non esiste percorso alternativo per la ciclabilità, rispetto alle pericolose gallerie dell’ultimo tratto. Difficile da credere, ma è così. Se volete percorrere quanto più lago possibile, a Mandello saltate sul treno per gli ultimi chilometri.

b

PROFILO TECNICO

Si esce da Bormio lungo la piccola Via Alute (si imbocca dal cimitero) o da Via Milano, in entrambi i casi si ritrova sulla ciclabile che percorre tutto il fondo valle.

read more

Si pedala sulla impressionante frana che ha completamente coperto Sant’antonio Morignone e Aquilone, frazioni di Valdisotto. Paesi fortunatamente evacuati, ma nessuno aveva previsto l’enorme spostamento d’aria che risalì per alcune centinaia di metri la sponda opposta della montagna e costò la vita a 35 persone.

Si prosegue in discesa fino a Mazzo da dove parte la classica via Pantani al Mortirolo. Volendo rendere meno dura e decisamente più panoramica la salita si può attaccare da Grosio (pochi chilometri prima di Mazzo), in ogni caso ci si dirige poi a trivigno, l’Aprica e San Giacomo. La variante rispetto alla ciclabile di fondo valle è decisamente impegnativa, ma altrettanto decisamente merita di essere percorsa.

A San Giacomo si ritorna sulla ciclabile che si percorre fino a Morbegno. Dove, nella versione Epica, si presenta una seconda variante rispetto al Sentiero Valtellina: la salita al Passo San Marco.
Chi opta per restare sul Sentiero Valtellina, prosegue fino a Colico e quindi a Varenna costeggiando la sponda orientale del lago.

SENTIERO VALTELLINA: è la variante Cycletouring, per chi non se la sente di affrontare troppe salite. Si percorre tutta la piacevolissima ciclabile di fondovalle raggiungendo il lago di Como a Colico e quindi Varenna seguendo il lungolago. Tappa lunga come chilometraggio, ma molto rilassante.

EFFETTUA IL LOGIN PER OTTENERE LA TRACCIA

I percorsi sono in costante aggiornamento tuttavia, per le più recenti modifiche alla viabilità locale, alcune indicazioni potrebbero non corrispondere alla nuova viabilità.

SOSTIENI IL PROGETTO LE STRADE ZITTE

L’obiettivo è tutelare e valorizzare il paesaggio italiano. Se condividi la nostra visione, se scarichi le tracce dei percorsi proposti, se vuoi che Turbolento continui a creare nuove Strade Zitte per far conoscere l’Italia meno conosciuta, sostieni il nostro progetto con la tua donazione.

BUONE PEDALATE - ENJOY YOUR RIDE