fbpx

Si chiama Baiskeli ed è il progetto 2019 raccontato dal Librosolidale realizzato da Xmas Project per questo nuovo Natale. Ma andiamo con ordine.

Xmas Project Onlus

Si tratta di un’Associazione che ha coltivato quest’idea e ha il compito di coordinare l’iniziativa, scegliere il progetto da finanziare, raccogliere i contributi, realizzare il Librosolidale e distribuirlo a chi l’ha richiesto e ha fatto una donazione.

L’Associazione, nella propria attività, si autofinanzia con le quote sociali e con le donazioni.

Tutti i fondi raccolti attraverso la diffusione del Librosolidale sono invece vincolati al Xmas Project e devoluti all’organizzazione che deve operativamente realizzarlo, dedotte le spese per la realizzazione del Librosolidale.

Ogni anno, l’Associazione si prefigge un nuovo obiettivo. Quello di quest’anno si chiama Baiskeli.

La ciclofficina che accorcia le distanze

Pomerini (Ng’uruhe) è un villaggio del distretto di Kilolo, tra gli altopiani meridionali della Tanzania. Undicimila abitanti vivono nei piccoli villaggi dei dintorni, che a Pomerini fanno capo.

Agricoltori, commercianti di polli, venditrici di uova e chapati, un sarto e le sue aiutanti, tre piccole botteghe dove comprare acqua, bibite gassate e qualche snack, il macellaio del villaggio e una tavola calda con sedili di fango e paglia.

A Pomerini si cresce sulla terra rossa dell’Africa, si vive da pochissimo con elettricità corrente e si dorme nel silenzio luminoso delle mille stelle nel cielo.

Uno studente deve camminare un’ora e mezza per raggiungere la scuola e un lavoratore percorre chilometri prima di raggiungere i campi. La bicicletta è quindi indispensabile per muoversi, ridurre le distanze e trasportare le merci.

Librosolidale 2019, progetto Baiskeli a Pomerini

Intanto vi raccontiamo che Baiskeli, in swahili, significa proprio bicicletta. Da qui, tutto ciò che sta dietro al progetto che, grazie al Librosolidale, ognuno di noi può sostenere.

Date le condizioni socio-economiche attuali, infatti, la bicicletta è considerata un bene di lusso e per questo non è diffusa sufficientemente sul territorio.

Il progetto Baiskeli vuole educare alle tante possibilità che la bicicletta offre evidenziandone l’utilità del mezzo per quanto concerne gli spostamenti e la riduzione delle distanze, i servizi alla cittadinanza, i bisogni socio-sanitari e come acceleratore economico di impresa grazie all’avvio di piccole attività artigianali e manuali legate alla produzione e alla riparazione.

La bicicletta simboleggia una grande opportunità: per il presente e soprattutto per il futuro.

Baiskeli nasce dall’incontro tra Ciclofficina Sociale-Associazione LA MOVIDA Onlus, laboratorio ciclo-meccanico di riparazione biciclette per l’inclusione socio-lavorativa a favore di persone con fragilità, e Tulime Onlus, un’associazione di Palermo che opera stabilmente sull’altopiano di Iringa in Tanzania.

Due ciclo-meccanici del team di Ciclofficina Sociale, partiranno quest’estate per due mesi verso Pomerini in Tanzania, base operativa di Tulime Onlus da 10 anni. 

Metteranno a disposizione le loro competenze tecniche per l’avvio del progetto, che ha l’obiettivo di rendere consapevoli gli abitanti dei villaggi delle opportunità offerte dalla bicicletta ed evidenziare come questa possa fare la differenza nella loro vita quotidiana.

Il progetto a medio e lungo termine intende realizzare un laboratorio ciclo-meccanico che funzioni come ciclofficina stabile a Pomerini, che diventi anche centro nevralgico di azioni progettuali socio-educative inclusive e formative, che favorisca la nascita di nuove attività produttive (tra cui nuove professioni quali fabbro e saldatore) ed economiche nel contesto locale: verranno recuperate biciclette usate, acquistate localmente per sostenere l’economia locale, che verranno rese funzionanti e poi offerte alla popolazione.

Foto: Alessandro Trovati

Ordina il tuo Librosolidale

Un regalo di Natale perfetto!

Modulo ordine  .DOC  Modulo ordine  .PDF

Per saperne di più, scrivi a info@xmasproject.org

Share This