fbpx

Milano Gravel di Primavera

Milano / intermedio / 72km / 200D+

B

DESCRIZIONE

Bici+treno (stazione A/R Gaggiano)

Gravel è il nuovo modo di intendere la bici. Milano Gravel Roads sono le strade sterrate nei dintorni di Milano. Una rete di percorsi tra i 40 e i 200 chilometri. Tra asfalto e sterrato, tra città e campagna, tra Navigli e Parco del Ticino. Insieme alle Strade Zitte, formano una fitta rete piacevolmente ciclabile a pochi passi dalla città. 

read more

Un breve transfer di 14 chilometri sull’asfalto della ciclabile lungo il Naviglio Grande, per scaldare le gambe. A Gaggiano, all’altezza dell’indicazione per la cascina Coria, inizia l’anello gravel di 48 km che porta al Lido di Motta Visconti e quindi di nuovo a Gaggiano con una alternanza di sterrato e asfalto, che consente di tanto in tanto di riprendere fiato.

b

PROFILO TECNICO

Il punto di partenza e arrivo è la Canottieri San Cristoforo. Un breve transfer di 14 chilometri sull’asfalto dell’alzaia lungo il Naviglio Grande, per scaldare le gambe. Milano-Gaggiano A/R lungo la ciclabile del Naviglio Grande. La descrizione è superflua. 

read more

Superato il centro di Gaggiano, all’altezza dell’indicazione per la cascina Coria, inizia l’anello gravel di 48 km che porta al Lido di Motta Visconti e quindi di nuovo a Gaggiano con una alternanza di sterrato e asfalto, che consente di tanto in tanto di riprendere fiato.

A Gaggiano si attraversa il canale ad uno dei due ponti, in genere si utilizza quello ciclopedonale. Si può scoprire la parte vecchia di Gaggiano o seguire il Naviglio, in entrambi i casi, uscendo dall’abitato ci si ritrova lungo il Naviglio sulla sponda sud del canale. Si percorre un chilometro circa, quindi si imbocca lo sterrato sulla sinistra (cartello Cascina Coria). Da qui affidatevi alla traccia, o al road book.

E’ un continuo alternarsi di asfalto e sterrato, con l’insolito single track lungo il Naviglio di Bereguardo. Di solito vi trovate sulla ciclabile che corre lungo la sponda opposta a voi.

Superato il lavatoio di Besate si scende verso le marcite e la valle del Ticino da cui si risale verso la Cascina Agnella, con passaggio tecnico. Ancora sterrato e boschi, quindi discesa verso il fiume e le sue banche. E’ il passaggio dell’Angioletto, con curva sabbiosa a fine discesa. Qualche su e giù molto divertente, poi salita sabbiosa, da affrontare con rapporti agili e infine arrivo al Lido di Motta Visconti e al Ristoro San Rossore. Non fatevi prendere dalla fretta o dalla smania prestazione e godeteveli entrambi. Anzi girovagate un po’ sui vari sentieri e stradali sterrati scoprendo la stregata magia del fiume.

Si risale verso Motta Visconti su asfalto, uscendo poi dall’abitato in direzione nord. Lungo tratto sterrato che vi riporta al Naviglio di Bereguardo. Qui la traccia segue la sponda orientale, con tratto di single track e finale impegnativo per il fondo erboso e dissestato. Volendo potete scegliere l’opzione ciclabile lungo la sponda occidentale.

In prossimità della Cascina Fornace a destra su asfalto, poi sinistra su sterrato, direzione Rosate. da qui con bella alternanza asfalto/sterrato si rientra a Gaggiano e quindi Milano.

EFFETTUA IL LOGIN PER OTTENERE LA TRACCIA

I percorsi sono in costante aggiornamento tuttavia, per le più recenti modifiche alla viabilità locale, alcune indicazioni potrebbero non corrispondere alla nuova viabilità.

SOSTIENI IL PROGETTO LE STRADE ZITTE

L’obiettivo è tutelare e valorizzare il paesaggio italiano. Se condividi la nostra visione, se scarichi le tracce dei percorsi proposti, se vuoi che Turbolento continui a creare nuove Strade Zitte per far conoscere l’Italia meno conosciuta, sostieni il nostro progetto con la tua donazione.

BUONE PEDALATE - ENJOY YOUR RIDE